Gli e-sport sono davvero sport?!

Un controller per console di giochi bianco

Gli e-sport sono davvero sport?!

Il termine e-sport non è difficile da capire: sta per sport elettronici. La questione è più che altro se queste attività debbano essere considerate allo stesso livello di altre discipline fisiche. Per molti questo è inconcepibile. Discussioni, polemiche e persino azioni di protesta – com’è successo di recente a una partita di calcio tra i bernesi dello Young Boys e l’FC Basilea, dove i tifosi hanno lanciato sul campo palline da tennis e controller di gioco per manifestare contro l’importanza crescente degli e-sport – sono all’ordine del giorno.

Il principale argomento è che giocare a videogiochi non può essere equivalente a praticare uno sport, perché manca la prestazione fisica. Nel calcio, per esempio, si corre sul campo per 90 minuti. Ma chi difende questo punto di vista dovrebbe allora lamentarsi altrettanto per gli scacchi o gli sport motoristici, opporsi alle federazioni che promuovono queste discipline e in fin dei conti al Comitato Olimpico Internazionale.

Il termine «sport» può quindi essere inteso in vario modo. Gli scacchi possono essere considerati uno sport mentale.

La vittoria non dipende infatti dal caso, ma dall’abilità dei giocatori. Inoltre, ci sono regole chiare, tornei e incontri sia singoli sia di squadra. La prestazione di uno scacchista può essere misurata con precisione e la vittoria o la sconfitta non sono determinate in modo aleatorio. I tornei hanno un pubblico, i giocatori un seguito di fan: è proprio come negli sport più popolari. E lo stesso vale per gli e-sport.

Per poter ambire al successo, i giocatori, oltre a un’ottima conoscenza del gioco e a una grande abilità, devono disporre di capacità motorie e mentali sviluppate. È necessario allenare la coordinazione tra mani e occhi, la rapidità di reazione, la resistenza, l’abilità nel mantenere una visione d’insieme sul gioco e capirlo, le capacità tattiche, di predizione e di risoluzione dei problemi.

Chi lavora seduto tutto il giorno in un ufficio davanti al computer sa bene che si tratta di un’attività che richiede grande concentrazione e che stanca. Alla fine della giornata ci si sente spossati pur non avendo compiuto azioni intense da un punto di vista motorio. Possiamo comunque dire che si tratta di un lavoro fisicamente faticoso oppure la testa non fa parte del corpo?

Per me gli e-sport…

Choices
Screenshot dal gioco Fifa 2018

I mondiali di calcio dopo i mondiali di calcio

Quest’anno non c’è stato un solo mondiale FIFA. Dopo il mega evento in Russia, recentemente si è svolto un altro campionato mondiale nella O2 Arena di Londra. Non sull’erba di un campo da calcio, bensì su schermi.