Invito a Clubhouse in vendita?

Diverse icone dell’app Clubhouse

Invito a Clubhouse in vendita?

Che l’applicazione Clubhouse avesse davanti a sé un futuro roseo era abbastanza ovvio sin dall’inizio. Poche settimane dopo il lancio era già stata valutata a 100 milioni di dollari. Oggi, nove mesi dopo, vale la bellezza di 1 miliardo di dollari.

L’idea sembra proprio funzionare, specialmente in tempi caratterizzati da restrizioni. Clubhouse punta sull’audio only, sollecitando quindi in prima linea l’udito. Quando ci si trova nella Clubhouse, si può accedere a sale tematiche per ascoltare conversazioni in diretta e, con le autorizzazioni del caso, dire anche la propria. Quando una discussione finisce, la sala viene eliminata.

La trovata è di Paul Davison e Rohan Seth. Davison lavorava per Pinterest, Seth per Google. Nonostante la sua grande notorietà, la partecipazione di celebrità come Drake e l’intenso battage mediatico, l’app si trova in realtà ancora nella sua versione beta e al momento esiste solo per iPhone.

Ma possedere un melafonino non basta come biglietto d’ingresso. Per accedere ci vuole un invito da parte di qualcuno che è già dentro. In febbraio 2021 2 milioni di utenti circolavano per le sale dell’app, mentre a dicembre erano ancora soltanto 600’000.

Gli inviti che ciascun utente può distribuire sono limitati e più Clubhouse si fa conoscere, più sono ambiti. C’è addirittura chi li vende, per esempio su Reddit e eBay. Benché i prezzi rimangano sotto i 100 dollari, considerando che si tratta di un’app teoricamente gratuita, il guadagno per chi vende non è niente male.

Un uomo a letto con uno smartphone

Addormentarsi con Matthew McConaughey

Un’app statunitense aiuta milioni di utenti a rilassarsi. Se ciò è possibile, è anche grazie a persone del calibro di Matthew McConaughey, Leona Lewis e Moby.