La Svizzera è un paese di tasse basse

Foto ravvicinata di una moneta da cinque franchi

La Svizzera è un paese di tasse basse

Se si paragonano l’onere fiscale e i contributi sociali che si pagano in media nei paesi dell’OCSE, è evidente che in Svizzera c’è poco da lamentarsi per le imposte. Chi invece ha motivo di essere insoddisfatto sono i belgi.

Chi all’interno dell’OCSE paga più tasse e oneri sociali?
In media, nel 2017 i cittadini dell’OCSE hanno versato il 25,5% del loro stipendio.
Più precisamente: circa il 16% di imposte sul reddito e il 10% di oneri sociali.
In questi 6 paesi i cittadini hanno dovuto sborsare particolarmente tanto:
Austria: 32,4%
I nostri vicini orientali pagano più in assicurazioni sociali che in tasse.
Tra le altre cose devono versare un contributo obbligatorio di rappresentanza dei lavoratori
Ungheria: 33,5%
In alcuni Stati conviene sposarsi per pagare meno tasse.
In Ungheria no: ognuno viene tassato a prescindere dallo stato civile.
Slovenia: 33,7%
Già solo gli oneri sociali corrispondono al 22,1%. 
Gli sloveni pagano anche un importo fisso per il congedo parentale.
Danimarca: 35,8%
In Danimarca non ci sono oneri sociali, solo l’imposta sul reddito.
Con essa vengono finanziati anche il sistema sanitario e le pensioni.
Germania: 39,9%
Con gli oneri sociali versati, i tedeschi finanziano fra le altre cose la previdenza vecchiaia.
Dal 1995, ogni persona attiva paga obbligatoriamente un’assicurazione di cure.
Belgio: 40,5%
L’aliquota per l’imposta sul reddito in Belgio è del 26,5%.
Ciò corrisponde a 1,5 volte la media dell’OCSE.
E la Svizzera?
I contributi medi sono del 16,9%.
Siamo quindi un paese di poche tasse.

Collage con un bollo per la barba del 1705

Rasatura forzata per chi non paga

Gli hipster di oggi devono ritenersi fortunati: i loro antenati barbuti nella Russia del XVIII secolo non avevano una vita altrettanto facile. A quei tempi bisognava infatti pagare una tassa se non si voleva essere rasati a forza.