Ribelle, cripto-DJ, milionario etereo

Foto di Denis Jašarević alias Gramatik

Ribelle, cripto-DJ, milionario etereo

 

I Beatles, Prince, i Linkin Park o ancora i Nine Inch Nails: hanno tutti vissuto l’esperienza dello sfruttamento dell’industria musicale. Il principio è sempre lo stesso: sottoscrizione subito all’inizio della carriera di contratti con etichette discografiche, manager e agenti che si sono così assicurati d’incassare buona parte delle entrate a lungo termine.

In questo modo, molti intermediari si sono arricchiti a dismisura, mentre i musicisti dipendevano commercialmente da loro. Per questo Prince aveva una volta definito tali contratti una forma moderna di schiavitù. L’esempio dei Nine Inch Nails invece dimostra che non sono solo le grandi case discografiche, ma anche quelle che si dicono indipendenti ad agire così.

Pure Gramatik ha fatto una brutta esperienza con un’etichetta indie. Poi si è detto: «Mai più». Da allora condivide la sua musica in rete gratis. Chi vuole può fare una donazione. Per questo musicista sloveno che oggi vive a Brooklyn, si tratta di un modello commerciale che ha funzionato.

Gramatik, all’anagrafe Denis Jašarević, è oggi seguito da più di mezzo milione di fan su Facebook e le tournée lo portano in tutto il mondo, anche in festival prestigiosi come il Sonar e Roskilde. Come se questo successo fai-da-te non fosse già abbastanza da ribelle, ora è diventato anche il primo artista a farsi «tokenizzare».

In novembre 2017, ha infatti lanciato la sua propria criptovaluta – il GRMTK – con l’aiuto dell’impresa SingularDTV, attiva nel business della tecnologia della blockchain. Il successo è stato strabiliante: in sole 24 ore dall’inizio della vendita dei token, ha incassato Ether per l’equivalente di 2,25 milioni di dollari.

I token sono come delle azioni della società di Gramatik. Più gli affari vanno bene, più il loro corso sale. I fan non sono semplici consumatori, bensì investitori che in questo modo hanno un interesse sia emotivo sia finanziario nel successo dell’artista.

Nel frattempo, SingularDTV ha reso accessibile a tutti gli artisti interessati la versione beta di Tokit, un’applicazione attraverso la quale Gramatik ha venduto i suoi token. Se questo modello d’investimento collettivo basato sulla blockchain dovesse far breccia, il consumo di musica e di altri contenuti artistici potrebbe diventare più redditizio per gli autori e più conveniente per i fan, poiché sparirebbero gli intermediari e le commissioni. 

Foto: Bandiera Internazionale del Pianeta Terra

Un mondo, una valuta

Trump, Le Pen, i sostenitori della Brexit: per loro, la soluzione ai problemi dell’economia sta nella protezione dei mercati nazionali. All’altro estremo, c’è chi propone una valuta mondiale.